mercoledì 29 dicembre 2010

Datteri ripieni al mascarpone e gorgonzola



Buongiorno a tutte e tanti tanti auguri di buon anno!!!!!
Io sono ancora in montagna e quì la connessione e molto molto lenta e purtroppo passare per i vostri meravigliosi blog è un problema!!! Mi dispiace!!!!
Il 31 torno a casa per festeggiare l'ultimo dell'Anno e da lì (forse) riuscirò a passare a salutarvi......ed augurarvi buone feste!!!
Oggi vi propongo un antipasto che ho fatto per il giorno di Natale a casa mia e che ha riscosso molto successo!!!! Spero che questa idea vi sia utile per il vostro veglione!!!! Saluti a tutti dalle montagne....

Ingredienti:
400 gr. datteri
100 gr. mascarpone
100 gr. gorgonzola
1 cucchiaio panna

Preparazione:

Incidere i datteri per la lunghezza e privarli del nocciolo.
Preparare una crema mescolando in parti uguali il mascarpone ed il gorgonzola. Aggiungere anche un cucchiaio di panna.
Riempire con questa crema di foarmaggi i datteri inserendo il composto al posto del nocciolo.
Servire disposti in un piatto da portata.

lunedì 27 dicembre 2010

Tronchetto di Natale al caffè



Buongiorno a tutte care foodblogger e volevo augurarvi ancora tanti auguri di buone feste!!!
Io sono partita per la montagna e qui (purtroppo) la connessione ad internet è molto lenta e non potrò passare molto spesso nei vostri blog!!! Mi dispiace!!!
Oggi vi posto il dolce che è stato assaporato il giorno di Natale sulla mia tavola ovvero il tronchetto di natale al caffè!!!!
Già da qualche anno stavo pensando di realizzarlo ma non avevo mai trovato la ricetta che mi piaceva. Quest'anno sfogliando Più dolci ho trovato questo tronchetto ed è stato amore a prima vista.
Per la realizzazione di questo tronchetto ho utilizzato dell'ottimo cioccolato bianco e fondente del bravissimo cioccolataio Mirco della Vecchia.
Nella mia famiglia e al mio Ragazzo è piaciuto moltissimo. Spero che piaccia anche a voi !!!
A presto posterò tutte le ricettine natalizie!!!

Ingredienti:
ganache:
300gr di cioccolato bianco di Mirco della Vecchia
170gr di panna
4/5 cucchiai di caffè ristretto

Pasta biscotto:
4 uova
2 albumi
160gr di zucchero
100gr di farina 00 Molino Spadoni
7 gr di vanillina mondospezie

Crema al cioccolato:
320gr di latte
4 tuorli
150gr di zucchero
40gr di farina 00 Molino Spadoni
140gr di cioccolato fondente di Mirco della Vecchia
2 cucchiai di caffè ristretto
60gr di mascarpone

Preparazione della ganache:
Portate a bollore la panna e versatela sul cioccolato precedentemente tritato, mescolate per farlo sciogliere ed aggiungete il caffè, poi fatela raffreddare in frigo per 24 ore.

Preparazione della pasta biscotto:
Montate a spuma le uova, i albumi e lo zucchero, poi aromatizzate con la vanillina e setacciate la farina incorporandola.
Versate la massa ben lavorata nella placca foderata con carta forno e cuocete per 13/15 minuti a 180 gradi.
Sfornate e rovesciate la pasta biscotto su un canovaccio cosparso di zucchero, rifilate i bordi, arrotolatela su se stessa e lasciatela raffreddare a temperatura ambiente.

Preparazione della crema al cioccolato:
Scaldate il latte con 80gr di zucchero e, nel frattempo, montate i tuorli con il restante zucchero, poi setacciate sulla battuta la farina e stemperate con il latte caldo.
Sul fuoco fate cuocere la crema fino a farla addensare.
Allontanate dal calore la crema ed aggiungete il cioccolato fondente tritato ed il caffè.
Lasciate raffreddare nel frigorifero.
Sbattete leggermente il mascarpone ed incorporatelo alla crema fredda.
Srotolate la pasta biscotto, farcitela con la crema al cioccolato e riavvolgete il tronchetto, poi proteggetelo con dell'alluminio e trasferitelo nel frigorifero per 10 ore.

Assemblaggio del dolce:
Liberate il tronchetto dall'alluminio, poi tagliate una fetta spessa dal tronchetto e disponetela a lato, di sbieco.
Con una spatola ricopritelo con la ganache .
Setacciatevi sopra del cacao e decorate a piacere.

venerdì 24 dicembre 2010

Biscotti di Panpepato e tanti auguri di Buon Natale ......



Buona vigilia di Natale a tutte care foodbloggerine!!!
Il tempo è passato veloce e senza rendermi conto mi ritrovo già a festeggiare il Natale.
Per il maestoso pranzo di Natale ho in serbo delle buonissime ricettine da postare e molto lavoro da compiere domani mattina.....per il Natale questo ed altro!!!
Oggi vi voglio augurare un felice Natale con questi bellissimi biscottini preparati assieme alla mia Mamy con dei bellissimi stampini Pan di Zenzero della Guardini.
Oggi non mi dilungo oltre in quanto ho abbastanza regalini ancora da incartare.
Salutandovi rinnovo i miei più sinceri auguri di un lieto Natale a tutte voi!!!

Ingredienti:
150gr di miele rigoni d'asiago
50gr di zucchero di canna
50gr di burro
2 tuorli
1 cucchiaio di cacao
scorza grat. di 1 limone
3 cucchiaini di panpepato
250gr di farina 00 molino spadoni
1 bustina di lievito per dolci
100gr di nocciole noberasco
70gr di mandorle noberasco
50gr di uvetta sultanina
50gr di arance candite

Preparazione:
Fate sciogliere a fuoco lento il burro con il miele e lo zucchero.
Lasciate raffreddare e intanto mescolate i tuorli, cacao, scorza di limone e la miscela di panpepato con un frullatore.
Unite all'impasto il miele con lo zucchero ed il burro e la farina con la bustina di lievito e le mandorle e nocciole tritate.
Unite l'uvetta sultanina ed i canditi.
Stendete la pasta su una superfiece leggermente infarinata e formate tanti biscottini con 1/2 cm di spessore.
Infornare a 180 gradi per 13/15 minuti.
Decorate a piacere con glasse di cioccolato e zuccherini.

mercoledì 22 dicembre 2010

Stella di patate e asiago



Buon mercoledì care cuochine!!! Pronte alla cucinata per Natale???
Oggi finalmente è l'ultimo giorno di scuola e l'ultima interrogazione di aerotecnica.
Dalle 11:30 il mio cervello va in vacanza fino al 10 gennaio.
Ora passiamo a questa bellissima stella di patate ed asiago che ho realizzato con il contributo fondamentale della mia nonna.
Questa stella è molto semplice da fare e perfetta come contorno per il pranzo di Natale.
L'ho realizzato con uno stampo in silicone della Pedrini. Spero vi piaccia e buon Natale( anche se in anticipo) !!!!!

Ingredienti:
500 gr di Patate
150g di Asiago o Provola
mezzo bicchiere di latte
1 mozzarella
70g di prosciutto cotto a dadini
50 gr di Burro
2 uova
20 gr di Parmigiano
15 gr di Pangrattato
sale

Preparazione:

Sbucciare, lavare e tagliare a pezzetti le patate, quindi lessarle. Una volta cotte, schiacciarle con uno schiacciapatate o con una forchetta.
Unire il burro ammorbidito fino a scioglierlo completamente, quindi unire le uova sbattute, il sale, il latte, il parmigiano, il prosciutto , l'Asiago e, se piace, un pizzico di noce moscata.
Imburrare lo stampo a stella e cospargerlo di pane grattuggiato.
Versare uno strato di composto, disporre le fettine di mozzarella, ricoprire il tutto con un nuovo strato di patate.
Spolverare con pane grattugiato, aggiungere fiocchi di burro e cuocere in forno per circa 20 minuti.
Decorare a piacere.

domenica 19 dicembre 2010

Il panettone a lievitazione naturale




Ed ecco a voi signore e signori sua Maestà" Il panettone".
Dopo due lunghe settimane spese tra fare "rinfreschi" e coccolare il lievito madre, sperando che tutto vada bene,oggi ho creato il mio primo vero capolavoro, il panettone.
Sono veramente soddisfatta della riuscita in quanto tutte le persone che lo hanno assaggiato hanno detto che è meglio di quelli di pasticceria. La ricerca della ricetta giusta è stata abbastanza lunga perchè ci sono svariate ricette e diversi metodi di preparazione molto lunghi.
In molte ricette la quantità utilizzata di pasta madre è molto ridotta ed io avendo circa 1 kg di pasta madre, cercavo una ricetta in cui ne venisse utilizzata abbastanza.
Vi consiglio vivamente di provare a realizzarlo è semplice e dà molte soddisfazioni!!!!
La mia stella illuminante è stata Libera, che ringrazio di cuore, che mi ha consigliato la ricetta del panettone di tzaziki a colazione dove, viene utilizzata parecchia pasta madre ed inoltre non è molto complessa la preparazione.
Inoltre un altro grosso aiuto per la riuscita perfetta è stato l'utilizzo della farina per panettoni del molino DallaGiovanna.
Sua Maestà è stato presentato su un'alzatina della Primogì, azienda produttrice di ceramiche fatte a mano di Bassano del Grappa.

Per 1 panettone da 1 kg ed uno da 500gr:

320 g.di lievito madre
500gr di farina di forza per panettone Molino dallagiovanna
125 g. di acqua a temperatura ambiente
230 g. di zucchero
150 g. di tuorli
125 g. di burro a temperatura ambiente (più quello necessario per ungersi le mani)
10 g. di sale
200 g. di uvetta
100 g. di canditi misti
bucce di 1 arancia e 1 limone grattugiate
estratto di vaniglia

Spezzettate il lievito madre e fare assorbire lentamente acqua, lo zucchero e la farina nell'impastatrice per 5/10 minuti.
L'impasto risulterà bello duro.

Cominciate ad aggiungere lentamente le uova in 3 riprese nell'impasto fino a completo assorbimento.
Dopo aver aggiunto tutti i tuorli cominciate ad aggiungere il burro a temperatura ambiente, in 3 volte aggiungendone di nuovo solo quando quello precedente sarà stato assorbito.
Aggiungete il sale, la buccia dell'arancia, del limone e l'essenza di vaniglia e fate andare la macchina fino a quando il vostro impasto sarà bello incordato ed elastico.

A questo punto mettete l'impasto a riposare per almeno 4 ore ( io consiglio di più) su un piano, ricordandovi di ungere bene la supeficie massaggiandola con le mani ben unte di burro.

Dopo il periodo di riposo appiattire l'impasto, mettere l'uvetta precedentemente messa in ammollo e ben strizzata ed i canditi, inglobare nell'impasto i canditi e le uvette cercando di non farli uscire dall'impasto per evitare che si brucino durante la cottura.
Dividere l'impasto in 2, ungetelo con le mani ben imburrate e fate riposare circa 1 ora e mezzaricordandovi di arrotondare i panetti con le mani unte ogni mezz'ora circa.

Mettete i panettoni nelle forme di carta poggiate su una teglia da forno e aspettate che crescano fino all'orlo avendo cura di tenerle in un luogo caldo (occorreranno circa 24 ore). Controllate che la superficie dei panettoni sia sempre umida ed eventualmente vaporizzate con acqua.

Infornate a 180° avendo cura di vaporizzare con acqua i panettoni, e proseguite la cottura per circa 50 minuti.

Estraete i panettoni dal forno e capovolgeteli a testa in giù sospendendoli fra due sedie ed infilando alla loro base due stecconi di legno.
Conservarli in sacchetti di plastica.

mercoledì 15 dicembre 2010

Cannelloni con zucca e gorgonzola



Buona giornata care foodblogger!!!! Che freddo che fa a Trieste, questa mattina ci sono 0 gradi.
Oggi vi presento un piatto realizzato ieri (per riscaldarmi da questo freddo polare)per pranzo.
Avevo ancora un pezzo di zucca ed ho deciso di preparare delle crepe con zucca e gorgonzola.
Per realizzare le crepe ho utilizzato la bellissima crepiera della Ballarini fornita con lo spalma crema e lo stendi crepe.
In questi giorni sono abbastanza in ansia per il mio lievito madre, nato da due settimane ma molto forte e potente che stà crescendo come un pazzo. Speriamo che funzioni benissimo per la mia creazione futura.....non anticipo ancora di cosa si tratta...è una sorpresa. Baci.........

Ingredienti per 4 persone:
500gr di zucca napoletana senza buccia
280gr di gorgonzola
poco latte
50gr di noci
1 spicchio d'aglio
salvia
4 cucchiai d'olio e.v.o
una noce di burro
sale
pepe

Per le crepes:
2 uova
80gr di farina
60gr di farina di mandorle Noberasco
2,6 dl di latte
Burro una noce
sale

Preparazine:

Preparate la pastella per le crespelle mescolando con una frusta in una ciotola le due farine con le uova, il latte e una presa di sale, facendo attenzione a non formare grumi: fate riposare la pastella ottenuta per un paio d'ore in frigorifero.
Tagliate la zucca a cubetti, scaldate l'olio in una padella antiaderente con lo spicchio d'aglio e qualche foglia di salvia e fatela rosolare a fuoco medio per un paio di minuti.
Abbassate la fiamma e proseguite la cottura per 7 minuti fino a che la zucca risulterà cotta, ma non sfatta.
Condite con poco salee pepe, eliminate l'aglio e toglietela dal fuoco.
Mettete 240gr di gorgonzola a pezzi in una ciotola e mescolatelo con un cucchiaio fino a renderlo cremoso, unitevi la zucca e le noci, mescolate e tenete da parte.
Con la pastella preparate 12 crepes in un padellino antiaderente leggermente imburrato.
Farcite le crespelle ottenute con il composto di gorgonzola e zucca, arrotolatele formando dei piccoli cannelloni e allineateli su un piatto da forno leggermente ilburrato.
Mescolate il gorgonzola rimasto con qualche cucchiaio di latte fino a ottenere una salsina fluida e distribuitela sulle crespelle.
Infornate a 180 gradi per 15 minuti o fino a che si forma una bella crosticina dorata e servite.

domenica 12 dicembre 2010

Panna cotta al torroncino con salsa di cioccolato



Ed ecco finalmente pronta la tanto studiata ricetta per la bellissima iniziativa della Caffarel.
Dopo tanti giorni di studio e meditazione, ho deciso di preparare una pannacotta con del buonissimo torrone morbido di mandorle e pistacchi dell'azienda dolciaria Sorelle Nurzia ( una vera delizia) e servito con una salsa al cioccolato fondente.
Visto il contesto Natalizio le ho preparate negli stampini multiporzione della Pavoni.Spero di non essere stata troppo banale nel preparare una pannacotta per questa iniziativa della caffarel. Voi cosa ne pensate????
Buona settimana care foodbloggerine!!!

Per 12 stelline:
500gr di panna
500gr di latte
6 fogli di gelatina
60gr di zucchero
180gr di torrone bianco con pistacchi Sorelle Nurzia

Per la salsa al cioccolato:
40gr di cioccolato fondente
40gr di latte

Procedimento:
Mettere i fogli di gelatina in acqua fredda. Tritare il torrone e portare a bollore il latte, la panna e lo zucchero.
Togliere dal fuoco ed aggiungere la gelatina precedentemente strizzata ed il torrone tritato.
Versare il composto negli stampini e porre in frigo a rassodare.
Sciogliete il cioccolato nel microonde ed aggiungete il latte tiepido. Mescolate e servite con le panne cotte.

Con questa ricetta partecipo all'iniziativa della Caffarel

giovedì 9 dicembre 2010

Foglie di carciofo al mascarpone e pancetta



Buongiorno foodblogger!!! Come avete trascorso l'immacolata??? Spero bene!!!!
Io l'ho trascorsa bene apparte la pioggia che mi sta ossessionando da 4 lunghi giorni.
Oggi vi propongo un buonissimo primo piatto!!! Siete felici??? Certe volte credo di essere noiosa pubblicando troppo spesso ricette dolci tralasciando il salato. Spero di poter rimediare velocemente!!!
Per realizzare questo piatto ho utilizzato le foglie di carciofo della Fattora azienda leader nella produzione di pasta secca. L'ho condita con del mascarpone, carciofi e della pancetta precedentemente saltate in una padella in ceramica della linea Aeternum della Bialetti.
Spero che la ricetta vi piaccia e buon proseguimento di settimana a tutte!!

Ingredienti per 4 persone:
400gr di foglie di carciofo fattora
3 carciofi
50gr di pancetta
70gr di burro
100gr di mascarpone
brodo
grana grattuggiato
sale e pepe q.b

Preparazione:
Tagliate la pancetta a dadini e mettetela in una padella dove avete fatto sciogliere metà del burro, aggiungete i carciofi mondati, lavati e tagliati a fette sottili, aggiungete sale e pepe, bagnate con un mestolo di brodo, coprite e lasciate cuocere per 30 minuti mescolando spesso.
Sciogliete il rimanente burro, unitevi il mascarpone e amalgamate bene, lessate le foglie, scolatele al dente e versatele in una terrina calda.
Condite con il sugo di carciofi.
Cospargete con abbondante grana, mescolate e servite.

martedì 7 dicembre 2010

Pandoro delle sorelle simili




Ed oggi care le mie foodblogger vi presento lui, il primo dei miei dolci lievitati simbolo del Natale ....Il Pandoro.
Io adoro moltissimo fare i dolci lievitati e soprattutto pandori e panettoni.
Ho utilizzato la ricetta delle sorelle simili ed ho avuto un buonissimo risultato. Questo pandoro è venuto leggerissimo e veramente digeribile (non come quelli che si acquistano in supermercato che restano sullo stomaco per ore).
Ci vuole abbastanza tempo per realizzarlo ed inoltre si deve sapere come si fanno le sfogliature con il burro. Niente di impossibile!!!
Per realizzare questo pandoro ho utilizzato lo stampo per pandoro da 1 kg in silicone della Happyflex .La farina che ho utilizzato per creare questa meraviglia è la Manitoba del mulino chiavazza di ottima qualità.
Spero che vi sia piaciuto e mi raccomando mettetevi anche voi con " le mani in pasta"".


Ingredienti totali:
450 gr farina Manitoba
135 gr zucchero
170 gr burro
4 uova
18 gr lievito birra
acqua
un cucchiaino sale
1 stecca vaniglia
burro e zucchero per lo stampo
zucchero a velo

Per prima cosa si inizia a preparare il lievitino:
15 gr lievito birra
60 gr acqua tiepida
50 gr farina
10 gr circa di zucchero
1 tuorlo

Sciogliere prima il lievito con l'acqua tiepida
Mettere gli ingredienti del lievitino in una ciotola e si sbatte bene fino ad aottenere un composto bello liscio, resterà molto liquido.
Lasciare lievitare coperto da un telo per un'oretta.

Preparare il primo impasto da aggiungere al lievitino:
200 gr farina manitoba
3 gr lievito birra
2 cucchiaini acqua tiepida
25 gr zucchero
30 gr burro
1 uovo

Prima aggiungere al lievitino l'acqua tiepida con il lievito di birra, poi unire i rimanenti ingredienti.
Continuare a mescolare nella ciotola, continuare poi nella spianatoia, quando è ben amalgamato unire il burro morbido.
Fare lievitare in un luogo tiepido fino a quando non sarà raddoppiato, circa 45 minuti.

Preparare il secondo impasto:
200 gr farina manitoba
100 gr zucchero
2 uova
1 cucchiaino sale
vanillina
140 gr burro a temperatura ambiente per sfogliare

Lavorare tutti gli ingredienti ad eccezione del burro e unirli all'impasto lievitato, amalgamare bene e disporre l'impasto in una ciotola unta di burro a lievitare un'oretta.
Disporre poi in frigo per altri 40 minuti circa.
Tirare poi la pasta in un grosso quadrato, mettere al centro il burro morbido e ben appiattito spianare con delicatezza ottenendo quindi una lunga striscia e ripiegare a 3 cioè portare un lato dell'impasto verso i 2/3 e richiudere con l'altro lembo di pasta.
Mettere in frigo una ventina di minuti. Ripetere l'operazione altre 2 volte. ogni volta si tira fuori l'impasto dal frigo si inizia a stendere l'impasto in verticale tenendo la piega sulla nostra sinistra , si allunga quindi l'impasto e poi si piega a 3 come spiegato prima.
Dopo quest'ulteriore riposo formare una palla inserendo sotto i bordi, e ruotando sul tavolo con le mani unte di burro.
Lasciare poi riposare l'impasto all'interno dello stampo da pandoro fino a quando non sarà fuoriuscito dallo stampo.
Infornare a 170 gradi per 15 minuti, poi abbassare a 160 gradi per altri 30 minuti poi vi dovete regolare con il vostro forno, comunque cuocere a temperatura bassa.
Una volta raffreddato cospargerlo di zucchero a velo.

sabato 4 dicembre 2010

Cocottes di formai e mele


Buongiorno foodbloggherine come va?? Oggi finalmente è Sabato e posso rilassarmi un pò!!!
Ho aspettato gli ultimi giorni per partecipare, prima della scadenza di questo contest, in quanto gli impegni non mi permettono di poter cucinare quando voglio.
Ci tenevo a partecipare con questa ricetta al bellissimo contest Inventa mela dell'Araba felice.
Si tratta di una ricettina facilissima perfetta per le giornate ugiose di questo periodo.
Questo piatto viene fatto spesso nel trentino alto adige ed è una specie di lasagna in cui vengono messi strati alterni di pane in cassetta, mele ed asiago.
Le mele devono essere sbucciate, Io ho utilizzato il comodissimo pela verdure del fornitissimo sito Cinquesensi ,e tagliate a fettine sottili.
L'ho servito in delle bellissime cocottine della Emile henry di vari colori.
Spero vi possa piacere e inoltre vi auguro buon fine settimana.

Ingredienti per 6 cocottes:
100g di asiago
2 mele golden
200ml di latte
2 fette di pane cassetta
2 uova
sale e pepe q.b.

Procedimento:
In un pentolino di coccio intervallare una fetta di formaggio,una fetta di pane in cassetta imbevuto nel latte tiepido e la mela tagliata a rondelle.
Ripetere l'operazione in modo da creare tre strati.Sbattere le uova con il latte tiepido, regolare di sale e pepe e versare il composto sulla torta.
Cuocere in forno termoventilato a 210° fino a completa doratura della torta.

Con questa ricetta partecipo al contest della ArabaFelice

mercoledì 1 dicembre 2010

Omini e donnine pan di zenzero




Oggi il è già il 1 Dicembre!!! Il tempo passa velocissimo e siamo già nel mese più bello dell'anno.
Il Natale è la festa più bella e più sentita. Piena di tradizioni ed usanze in ogni singola casa.
Ho pensato, siccome oggi è il primo giorno di Dicembre, di iniziare a mettere le" mani in pasta" e produrre bellissime ricette natalizie.
Ho iniziato la mia avventura culinaria natalizia con dei biscottini Pan di zenzero creati con il buonissimo preparato della Molino Rosseto.
Ho utilizzato i bellissimi taglia biscotti natalizi della Guardini e precisamente quelli Pan di zenzero.
Spero questi biscottini vi siano piaciuti. Un bacione cuochine!!!

Ingredienti:

1 confezione di preparato per biscotti Pandizenzero Molino Rossetto
1 uovo
70 gr di burro
preparazione:

Versate il preparato Molino Rossetto in una terrina, aggiungete l’uovo, l’olio e la panna. Impastate all’inizio con una forchetta, e successivamente con le mani fino ad ottenere un impasto omogeneo. Mettete in frigo a riposo per circa 20 minuti. Trascorso questo tempo prendete l’impasto e stendetelo con il mattarello, con lo stampino incluso formate i biscotti.

Per la glassa:
Versate in una piccola ciotola la bustina di zucchero a velo, aggiungete un cucchiaino di albume d'uovo, mescolate fino ad ottenere un composto liscio.
Sistemate in una sacca phoce e decorate i biscotti a vostra fantasia.

Volevo inoltre informarvi di una bellissima iniziativa dedicata ai foodblogger della Caffarel per Natale.

lunedì 29 novembre 2010

Gnocchi di patate con ragù di lepre



Buongiorno care cuochine!!!!!! Oggi è lunedì (purtroppo) e non ho mai capito perchè la domenica passa sempre così in fretta!!!!Uff
Ieri ho potuto sperimentare ,con la mia cara nonna, la farina Triplozero del molino Dallagiovanna adatta alla creazione di pasta e gnocchi.
Abbiamo fatto dei buonissimi gnocchi di patate conditi con un ragù di lepre Ortitoscani.
Il risultato è stato esplosivo in quanto tutti i nostri parenti sono rimasti molto entusiasti dalla bontà del ragù e dalla consistenza perfetta degli gnocchi.
Questo pietanza l'ho servita in dei bellissimi piatti della Jardin d'ulysse a forma di farfalla.Spero che la mia ricettina vi sia piaciuta...buona settimana e buona giornata.

Ingedienti:

1kg di patate
300gr di farina triplozero molinodallagiovanna
1 uovo
sale q.b

1 barattolo Ragù di lepre ortitoscani


La prima cosa da fare è preparare le patate: lavatele e, senza sbucciarle, mettetele in una pentola con dell'acqua salata e lasciatele bollire.
Ancora calde, sbucciatele, schiacciatele e mettetele su un piano di lavoro ben infarinato.Aggiungete un pizzico di sale, la farina e impastate il tutto fino ad ottenere un composto compatto ma allo stesso tempo soffice.
A questo punto aggiungete un uovo e continuate ad impastare fino ad ottenere un impasto senza grumi e compatto. Quindi, dividete l'impasto in tanti filoni dello spessore di 2-3 centimetri e iniziate a tagliare i vostri gnocchi riponendoli su una superficie o un vassoio infarinato.
Per finire, praticate le caratteristiche rigature degli gnocchi facendo scivolare ogni gnocco sulla forchetta e schiacciando un pò, ma non troppo.
Lasciate riposare i vostri gnocchi per 15 minuti, dopodichè fateli cuocere in una pentola abbastanza grande con l'acqua salata e scolateli quando saliranno a galla.

giovedì 25 novembre 2010

Cake al tè verde e cioccolato bianco



Io:"Devo prendere il the matcha" " Lui:"ma scusa non puoi prendere del tè verde che va benissimo comunque???"
Invece no!!! Oggi vi presento un bellissimo plumcake fatto con il the matcha.
Il Matcha è la più straordinaria scoperta nel mondo del tè del XXI secolo. 800 anni fa il Matcha era utilizzato dai monaci buddisti zen come bevanda da meditazione. Oggi è considerata la varietà di tè più sana, pregiata e rara del Giappone – sempre più consumatori scoprono questa squisita bevanda.
Inizialmente ero diffidente dal fatto che si potessero fare dei dolci con del the poi ho voluto provare per poter giudicare.
Sono rimasta molto soddisfatta dalla riuscita di questo bel plumcake e dalla bellissima tonalità di verde che produce.
Questo plumcake è stato servito su un bellissimo piatto della Emile henry "verde" giusto per rimanere in tema.
Baciozzi

Ingredienti:
100g di farina molino rosseto
80g di mandorle in polvere
3 uova
170g di zucchero
150g di burro
3 cucchiaini di tè matcha
75g di cioccolato bianco
mezza bustina di lievito in polvere
un pz di sale

Preparazione:
Scaldate il forno a 180 gradi.
Sciogliete il burro nel microonde o a bagno maria. Fate sciogliere il cioccolato bianco.
Imburrate ed infarinate uno stampo. In un recipiente sbattete le uova con lo zucchero fino a quando il composto avrà raddoppiato di volume e risulterà spumoso, aggiungete poco a poco la farina, le mandorle in polvere, il sale e il burro fuso.
Incorporate delicatamente il lievito.
Dividete in 2 parti l'impasto e ad una incorporate il tè matcha e nell'altra il cioccolato fuso.
Versate i due impasti nello stampo, alternandoli. Per ottenere un'effetto marmorizzato più evidente, disegnate delle onde nella pasta con una forchetta, in modo che i due colori si mescolino un pò.
Infornate per 40 minuti. Lasciate raffreddare il cake prima di sformarlo.

lunedì 22 novembre 2010

Sformato di zucchine e speck



Buona settimana care foodblogger!!!! Oggi vi propongo un buonissimo salato, precisamente un contorno.
Si tratta di uno sformato con zucchine, patate e speck....moolto semplice e veloce da realizzare.
Per rallegrare queste giornate di pioggia ho utilizzato il bellissimo stampo a forma di girasole che potete comodamente acquistare da casa vostra sul sito Cinquesensi.
Ho decorato poi lo sformato con della glassa di aceto balsamico Toschi utilizzando la comodissima penna decoro che potete trovare sul fornitissimo sito Regali e desideri.
Spero vi piaccia .... buona settimana carissime!!!!!

Ingredienti :
800gr di zucchine
500gr di patate
mezza cipolla bionda
4 uova
50gr di pangrattato
50gr di parmigiano
60gr di speck
olio e.v.o
sale

Preparazione:
Lavate le zucchine, asciugatele, eliminate le estremità, tagliatele a rondelle cuocetele per 15 minuti in una padella con 3 cucchiai di olio e cipolla sbucciata e tagliata a fettine. Salate e pepate.
Lavate le patate, trasferitele in una pentola con acqua fredda e cuocetele per 40 minuti dall'inizio dell'ebollizione.
Scolatele, pelatele, passatele con uno schiaccia patate e mescolatele con le zucchine cotte.Lasciatele intiepidire, unite il pangrattato, il formaggio, le uova e mescolate.
Imburrate ed infarinate uno stampo versate una parte di composto e ponete delle fette di speck, versate l'altra parte di composto ed infornate per 45 minuti a 200 gradi.

mercoledì 17 novembre 2010

Chocolate fudge cake




Ed ecco che la settimana dedicata al cioccolato continua.....dopo aver iniziato la settimana proponendo un primo piatto realizzato con il cioccolato ora passiamo al dolce.
Il motivo principale per cui ho scelto di realizzare questo dolce è il mio ragazzo. Una mattina facendo zapping fra i canali di sky ha visto la chef Valentina Gigli che preparava il chocolate fudge cake. Lui è un vero amante del cioccolato e, vedendo una torta formata da moltissimo cioccolato,gli è venuta l'idea di chiedermi di preparargliela.
Io come potevo dirgli di no???? Ovviamente dopo due giorni era già nel frigorifero pronta per essere assaggiata.
Questa torta è di origine inglese ed è tutta a base di cioccolato fondente. E' facile nella sua preparazione ed ancora più facile farla sparire dal frigo.
Il mio ragazzo l'ha apprezzata moltissimo. Spero vi sia piaciuta e spero piaccia a te Eleonora che hai avuto una bellissima idea ad ideare un contest dedicato a questo buonissimo prodotto ..il cioccolato.



per la torta :

150 gr cioccolato fondente al 70%
115 gr zucchero semolato extrafine tipo zefiro Eridania
125 ml latte intero alta qualità
25 gr cacao
3 uova intere
1 tuorlo
150 gr burro a temperatura ambiente
85 gr zucchero di canna non raffinato
225 gr farina 00
1 cucchiaino bicarbonato di sodio
100 gr cream cheese
70 gr panna fresca da montare

Per la glassa al cioccolato:
400 gr cioccolato fondente al 55%
80 gr cacao
200 ml acqua fredda
90 gr golden syrup
90 gr burro
560 gr zucchero a velo (io ne ho usati 500g)
4 tuorli

Sciogliere a bagnomaria o al microonde il cioccolato, lo zucchero semolato, il latte e il cacao finchè diventa una crema. Aggiungere alla crema due tuorli tenendo da parte le chiare. Sbattere il burro con lo zucchero di canna e i restanti tuorli, tenendo sempre da parte le chiare. Aggiungere la farina, setacciata con il bicarbonato, poco alla volta, alternandola con la crema di cioccolato. Aggiungere anche la panna montata ed il formaggio.Montare a neve ben ferma le chiare e aggiungerle all'impasto.
Versare in uno stampo da 24/26 cm e cuocere in forno, già caldo a 180° per 40 minuti circa.
Sfornare e mettere a raffreddare su una gratella.
Sciogliere a bagnomaria o al microonde il cioccolato fondente, il cacao, l'acqua fredda, il golden syrup (io ho usato il glucosio) e il burro. Quando si è formata una crema densa unire i tuorli uno alla volta , aggiungere lo zucchero a velo setacciato e sbattere energicamente con un frullino per pochi minuti. Far riposare in frigo finchè non si è solidificata abbastanza per poter essere spalmata (ma non troppo).
Tagliare la torta a metà e farcire con la fudge e poi ricoprire tutto con la glassa al cioccolato rimanente rifinendo la superficie del dolce con la spatola cercando di creare delle onde regolari.
Consiglio di titare fuori il dolce almeno mezzora prima di servirlo, per dare il tempo alla glassa di tornare bella morbida e cremosa.

Con questa torta partecipo al meraviglioso contest di Eleonora

lunedì 15 novembre 2010

Tagliatelle al cioccolato con salsa di noci e gorgonzola



Buona settimana a tutte voi!!! Vi anticipo che i prossimi post saranno molto "cioccolatosi", vedrete quanto cioccolato vi proporrò nel prossimo post.
Oggi vi propongo un buonissimo primo piatto moolto particolare.
Infatti le tagliatelle sono al cioccolato....vi chiederete sicuramente se il cioccolato può abbinarsi con del gorgonzola.
L'unione di questi due ingredienti è esplosiva!!!! Si sposano benissimo e con l'aggiunta di una manciata di noci si ha un sapore ancora più particolare.
Ho colto l'occasione del bellissimo contest di Elisina per fare questa buonissima ricetta utilizzando il gorgonzola, uno dei tre formaggi che devono essere utilizzati per partecipare al suo contest.
Spero sia di vostro gradimento. Un abbraccio

Ingredienti per la pasta:

400g di farina
6 cucchiai di cacao
3 uova
sale

Ingredienti per la salsa:
100 gr di gorgonzola dolce
4 cucchiai di panna
1 noce di burro
poco latte
8 noci Noberasco

Preparazione:

In una zuppiera versare la farina e il cacao e mescolare a lungo in modo da amalgamare bene i due ingredienti. Versare poi il miscuglio sulla spianatoia formando la classica fontana. Sgusciare al centro le uova, salare e sbatterle con una forchetta. Cominciare a unire alle uova la farina dai bordi, mescolando con la forchetta. Passare poi alla lavorazione con le mani in modo da ottenere un impasto morbido. Se risultasse troppo duro, aggiungere qualche cucchiaio d'acqua.
Lavorare a lungo la pasta, sbattendola sulla spianatoia, stendendola e raccogliendola a palla.
Quando sarà liscia ed omogenea, dividere la pasta in più porzioni e stendere ciascuna in una sfoglia sottile con il mattarello (dopo averlo infarinato ed aver infarinato anche la superficie di lavoro) oppure con la macchinetta per la pasta.
Ricavarne delle tagliatelle. Farle seccare.
Cuocerle in abbondante acqua salata per qualche minuto. Assaggiarle prima di scolarle in quanto è impossibile stabilire gli esatti tempi di cottura essendo pasta fresca fatta in casa.
.
Sciogliere in un pentolino il burro.
Unire il gorgonzola tagliato a pezzetti e la panna.
Mescolare con un cucchiaio di legno tenendo la fiamma molto bassa (non deve assolutamente bollire ma solo sciogliersi).
Quando il tutto è ben sciolto unire poco latte per ottenere una salsa fluida e cremosa.
Alla fine unire le noci spezzettate.
Quando la pasta è cotta versarla nella pentola del sugo e mescolare il tutto.
Servire e spolverare con delle noci.

Con questa ricetta partecipo al contest di Elisina



Inoltre vi invito a partecipare al bellissimo blog candy di Panperfocaccia

giovedì 11 novembre 2010

Dolce con confettura alla rumena



Le mele, il mio frutto preferito della stagione invernale , golden, pink lady, stark, delicious tutte buonissime.
Le utilizzo molto spesso sia per ricette dolci, salate ed antipasti e risultano sempre ottime in tutte le preparazioni.
Stefania ha indetto un bellissimo contest dedicato proprio alle mele, ed io, come potevo non partecipare ???
Ovviamente no, la mia partecipazione era sicura dal primo momento in cui ho letto nel suo blog di questo meraviglioso contest.
Ho realizzato un dolce molto particolare ( settimane di studio per ricercare una ricetta particolare e buona) con delle mele intere all'interno del dolce ed inoltre all'interno delle mele ci ho messo la marmellata di albicocche.
Inoltre ho ricoperto il dolce con della panna montata e semi di papavero.
Una vera guduria!!!!! L'ho presentato su un bellissimo piatto dell'artic design dalla linea molto semplice e moderna.
Spero che vi piaccia e piaccia !!!!
Bacioni a tutte!!!!



Ingredinti:

4 mele golden
200gr di farina
140gr di zucchero
4 uova
4 cucchiai di confettura di albicocche rigoni d'asiago
5 dl di panna fresca
mezzo limone
semi di papavero
sale

Preparazione:
Lavate le mele, asciugatele, eliminate il torsolo con l'apposito attrezzo in modo da lasciare il frutto intatto e disponete in un teglia rivestita con carta da forno bagnata e strizzata.
Cuocetele nel forno caldo a 180 gradi per 20 minuti, poi lasciatele raffreddare.
Sgusciate le uova, separate i tuorli dagli albumi e montate questi ultimi con un pizzico di sale e un cucchiaino di succo di limone. Continuando a montare aggiungete poco alla volta, 125gr di zucchero.
Incorporate anche i tuorli, uno alla volta, mescolando delicatamente con una spatola, poi aggiungete man mano la farina setacciata.
Rivestite con carta forno, bagnata e strizzata, uno stampo da plumcake 28x 10 cm, disponetevi le mele con la parte del picciolo rivolta verso il basso e copritele con l'impasto preparato.
Infornare a 180 gradi per 40 minuti, poi lasciatela intiepidire, sformatela e fate raffreddare del tutto.
Riempite i fori praticati nelle mele con un cucchiaio di confettura, poi montate la panna con lo zucchero rimasto e disponetela a cucchiaiate sul dolce.
Spolverizzate la superficie con i semi di papavero e servite.

lunedì 8 novembre 2010

Crema di porri con polpette di gorgonzola



Buona settimana.... oggi tutte le scuole superiori a Trieste hanno fatto occupazione per le ultime riforme fatte dalla Gelmini che hanno stravolto la scuola Italiana ed hanno tagliato molti posti di lavoro. Io personalmente non sono parte attiva dell'occupazione perchè non vorrei essere schedata o avere altri problemi nel caso la polizia entrasse nell'edificio.
Peccato che il tempo è così così ma comunque potrò riposarmi.
Vi posto una buonissima ricetta fatta per il bellissimo contest sulle zuppe di Ti cucino così.
Si tratta di una vellutata crema di porri accompagnata con delle polpettine al gorgonzola molto buone!!!
Spero sia di vostro gradimento ...un bacione

Ingredienti per 4 persone:
5 porri senza la parte verde
1 cucchiaio di farina di riso
mezzo bicchiere di latte
1 litro d'acqua
50gr di burro morbido
250gr di gorgonzola dolce
60gr di noci sgusciate e tritate Noberasco
olio e.v.o
sale
pepe

Preparazione:

Per le polpette lavorare il burro a crema con il gorgonzola e far riposare in frigorifero per qualche minuto.
Prelevare il composto con un cucchiaino, formare tante palline e passarle nelle noci tritate.
In una pentola far soffriggere 2 cucchiai di olio, unire la farina setacciata e i porri tagliati a fettine e mescolare in continuazione.
Appena si colorano, versare l'acqua e far sobbollire a fuoco medio per circa 30 minuti finchè i porri saranno teneri.
Aggiungere i latte frullare, magari non completamente in modo da lasciare qualche pezzetto di porro; salare e pepare.
Servire la crema di porri tiepida, in una tazza con qualche polpetta di gorgonzola.

Con questa ricetta partecipo al contest di Ti cucino così.

giovedì 4 novembre 2010

Cupcakes alla vaniglia



Una visione paradisiaca... un capolavoro solamente alla vista, questo è il cupcake ....una piccola opera d'arte.
Fare i cupcakes è molto divertente perchè ci si può sbizzarrire per la sua decorazione utilizzando svariati tipi di zuccherini, panne montate colorate e glasse reali.
Come sono venuta a conoscenza del bellissimo contest di Foodculture mi sono messa subito all'opera.
Questi Cupcakes sono alla vaniglia con un sapore molto delicato.
Per porre al meglio la glassa reale ho utilizzato una sacca poche professionale della linea "La dolcetteria" ideata da Marisa Laurito.
Inoltre ho fatto cadere a pioggia delle codette colorate sulla glassa per dargli colore.
Spero vi piacciano!!! Un bacione

Ingredienti per circa 12 cupcakes
125gr. di zucchero
125 gr. di farina
125 gr. di burro
2 uova
4/5 cucchiai di latte
1/2 stecca di vaniglia
1 cucchiaino di lievito per dolci

Per la glassa reale:
250 g di zucchero a velo vanigliato
un bianco d'uovo
un cucchiaino di succo di limone
codette colorate

Montare lo zucchero con il burro morbido, aggiungere quindi la farina con il lievito, la vaniglia e le uova, quindi diluire l’impasto con il latte.
Imburrare uno stampo da minimuffins e rimpirli con il composto fino a 3/4, cuocere in forno preriscaldato a 200° per 15 minuti, non devo colorirsi troppo.
Per la glassa reale invece: montate lo zucchero con il bianco d'uovo e il succo di limone. Dividetela in piu parti e coloratela a piacere. Se si aggiunge colorante liquido è meglio aggiungere ancora zucchero a velo.. ho notato che se no non si solidifica bene come quello bianco.
Utilizzare subito la glassa perche indurisce in fretta. Decorate i cupcake (precedentemente raffreddati) con la glassa utilizzando una sacca poche e aggiungete le codette colorate. Riponete in frigorifero per far bene indurire la glassa.


Con questa ricetta partecipo al contest di Foodculture"

martedì 2 novembre 2010

Mini madeleine con nutella al pistacchio





Ed oggi andiamo a farci un bel giretto in Francia!!!!! Dopo tanta indecisione su cosa realizzare per il bellissimo contest di Ambra ho scelto di fare un dolcetto molto particolare come le madeleine.
Questo dolcetto è abbastanza impegnativo nella sua riuscita, perchè per essere perfetto deve crearsi, durante la cottura, una gobbetta al centro. Le mie madeleine hanno una particolarità in più perchè sono ripiene di nutella al pistacchio.
La nutella al pistacchio è buonissima ed ha un gusto molto delicato. La ricetta non sono in grado di fornirvela in quanto l'avevo acquistata a Palermo già pronta.
Oltre alla nutella possono essere farcite con marmellate varie oppure lemon curd.
Queste madeleine sono buonissime accompagnate da un buonissimo infuso di Acilia che potete comodamente acquistare nel suo negozio online. Un bacione e buone madeleine a tutte!!!


Ingredienti: (per una cinquantina di mini madeleine con lo stampo della Pavoni)

150g di farina 00
125g di burro morbido (a temperatura ambiente, non fuso)
150g di zucchero
2 uova
1 cucchiaio di latte
1 cucchiaino da caffè di lievito per dolci

Sbattere le uova con lo zucchero fino ad ottenere una crema bianca. Aggiungervi poco alla volta la farina addizionata al lievito, il latte e il burro a pezzetti. Con lo sbattitore elettrico lavorate con cura fino ad ottenere un composto omogeneo.
Coprire la ciotola con della pellicola e riporla in frigo per almeno un'oretta.
Questo passaggio è molto importante perchè maggiore è lo shock termico dell'impasto dal frigo al forno, migliore sarà la fuoriuscita della classica gobbetta che appare sulla conchiglietta durante la cottura.
Passata l'ora preriscaldate il forno a 180°C e mettete un cucchiaino di impasto in ogni stampino, la pasta sarà molto compatta. Con una siringa da pasticcere farcite ogni madeleine bianca con della nutella al pistacchio ed infornate a 180°C per 10 minuti, abbassate poi la temperatura a 150°C e proseguite per altri 6-7 minuti.
Il dolce è pronto quando vedrete alzarsi sulla superficie della pasta la classica gobbetta e la madeleine risulterà dorata.

Con questa ricetta partecipo al contest speciale di Ambra


giovedì 28 ottobre 2010

Zucchette di halloween



Ed eccomi anch'io a realizzare una "spaventosa" ricetta per halloween.
Siccome i mostri, fantasmi e tutte le creature spaventose mi mettono inquietudine ho preferito preparare delle bellissime zucchette che sono molto più rilassanti da osservare.
Ho realizzato delle zucchette fatte con l'impasto di una tortina di zucca e ricotta, molto leggera e buona (soprattutto il giorno successivo). Le ho realizzate con uno stampo della Pavoni che mi ha subito ispirato a fare delle tortine a forma di zucchetta per halloween e soprattutto per la bellissima raccolta di Mara.
Le ho presentate su un bellissimo piatto arancione ( per rimanere in tema) della Mebel.
Spero vi piacciano e vi auguro a tutte BUON HALLOWEEN!!! Baci


ingredienti per 16 zucchette:
300g di zucca
2 uova
250g di ricotta
250g di zucchero
40g di olio di oliva
un pizzico di sale
200g di farina 00
1 bustina di vanillina
1 bustina di lievito per dolci

Preparazione:
Frullare la polpa di zucca nel mixer.
Montare le uova con lo zucchero ed aggiungere la zucca frullata, la ricotta, l'olio ed il sale.
Successivamente setacciare la farina,il lievito e la vanillina ed aggiungerle al precedente composto.
Versare nello stampo a zucchette ed infornare a 180 gradi per 30 min e poi a 160 gradi per 15 minuti.
Lasciare raffreddare completamente e sformarle.
Decorare a piacere.

Con questa ricetta partecipo alla bellissima raccolta di Mara

lunedì 25 ottobre 2010

Torta di cachi al cioccolato




Ed eccoci ad iniziare un'altra lunga settimana.... che scatole spero arrivi presto Natale!!!! Scherzo!!!!!!!!
Il periodo autunnale mi mette parecchia malinconia, queste giornate ugiose e piene di pioggia ti fanno cadere l'umore a terra!!!!
Ieri mi sono imbattuta con l'ombrello(ovviamente pioveva) nel mio giardino per raccogliere dei cachi.
Volevo fare una torta con dei cachi ma, la ricerca di alcune ricette con questo frutto mi è risultata molto difficile perchè non vengono molto utilizzati nei dolci.Dopo alcuni giorni di ricerca, con l'ausilio di internet e qualche libro, sono riuscita a trovare una ricetta adatta e domenica mattina mi sono messa al lavoro. Il risultato è stato stupefacente ed anch'io che non amo i cachi alla follia li ho apprezzati molto.
Ho servito questa meravigliosa torta sul piatto Oma ed ho tagliato le fette con il servidolce Magisso dell'Artic design.
Il servidolce Magisso è molto elegante e facile da utilizzare.Si usa affondandolo verticalmente nella torta, in modo da tagliare la fetta, poi si stringe leggermente e si solleva, come fosse una pinza, per lasciar poi cadere la fetta direttamente nel piatto. Inoltre l'ho decorata con un bellissimo nastro girotorta arancione che potete comodamente acquistare sul sito Lineacarta.
Vi auguro una buon inizio settimana.

Ingredienti:
750g di cachi
200g di farina molino rosseto
75g di burro
130g di zucchero
50g di cioccolato fondente
2 uova
1 bustina di lievito per dolci
20g di cacao in polvere
scorza di limone
pz di sale

Preparazione:
Montare il burro con lo zucchero e successivamente aggiungere i tuorli d'uovo.
Setacciare la farina con il lievito e aggiungere al composto.
Lavare e pelare e frullare i cachi, aggiungerli al composto con la buccia di limone, il cacao e il cioccolato fondente a scaglie.
Montare i bianchi d'uovo ed aggiungerli al composto facendo dei movimenti dal basso verso l'alto.
Imburrare ed infarinare uno stampo da 24cm ed infornare a 180 gradi per 40 minuti.

venerdì 22 ottobre 2010

Fusilli corti con broccoli e noci



Che bello oggi è venerdì!!! Il fine settimana è alle porte ( finalmente)!!! Ho proprio bisogno di riposo dopo una settimana di scuola e studio!!!!
Oggi vi posto una buonissima ricetta di un primo piatto fatta l'altro giorno con i broccoli e le noci e mi raccomando acquistate la pasta indicata è fondamentale per la perfetta riuscita della ricetta.
Spero siate felici che alterno con delle ricette salate, così non vi inondo solo di ricette dolci( mi sentivo incolpa).
L'ho servita su un bellissimo piatto della Mebel. Questi piatti sono realizzati in melamina purissima attraverso un processo di produzione bicolore all’avanguardia.
La finitura a effetto vetrificato garantisce loro qualità, colore e luminosità nel tempo e le semplici e moderne geometrie e gli originali accostamenti cromatici si prestano a molteplici utilizzi e possibilità di abbinamento.
Spero che la ricetta vi sia piaciuta e vi auguro un buon week end!!! Baci

Ingredienti:
350g di fusilli
300g di broccoli
150g di ricotta
60 noci sgusciate in scaglie Noberasco
30cl di brodo
4 cucchiai di olio e.v.o
prezzemolo
sale e pepe

Preparazione:

Bollite i broccoli per 15 minuti
e successivamente frullateli aggiungendo 2 cucchiai d'olio e mescolate fino ad ottenere una crema omogenea.
Cuocete la pasta in abbondante acqua salata, saltateli a fuoco medio in padella con la salsa ai broccoli e guarnite il piatto con le noci ed il prezzemolo.

mercoledì 20 ottobre 2010

Chiffoncake allo yogurt e mirtilli rossi



Voglia pazza di una colazione alternativa!!! Tranquille non sono impazzita ho semplicemente voglia di un buon chiffon cake!!!
In frigorifero c'era uno yogurt e dei buonissimi mirtilli rossi disidratati acquistati a dei mercatini in settembre.
Ho abbinato i due ingredienti ed ho creato questo bellissimo chiffoncake.
Dovrete rassegnarvi a vedere molte ricette di chiffoncake perchè me ne sono innamorata!! Sono troppo buoni e leggeri!!!
Per realizzarlo basta acquistare lo stampo specifico per chiffoncake nel bellissimo e fornitissimo sito Lineacarta. Buona Settimana!!!!!!

Ingredienti:
3 Tuorli d'uovo
80g di zucchero
40ml di olio di semi
1 cucchiaino di succo di limone
80 g di yogurt naturale
80g farina
50g di mirtilli rossi secchi
4 bianchi d'uovo

Procedimento:

Sbattere i tuorli con 1/3 dello zucchero fino a quando diventano spumosi. Aggiungere poi il succo di limone, lo yogurt e la farina.
Montare bene gli albumi e aggiungere graduatamente lo zucchero fino a quando diventano sodi e lucidi.
Aggiungere 1/3 del bianco d'uovo alla pastella yogurt e mescolate bene. Incorporare il resto del bianco d'uovo delicatamente con una spatola.
Quando è ben amalgamato, aggiungere i mirtilli rossi leggermente infarinati.
Versate in uno stampo di chiffoncake di 17 centimetri e cuocere a 180' per 30 minuti.
Capovolgere lo stampo e lasciarlo raffreddare completamente.

domenica 17 ottobre 2010

Tortelli di farina di castagne con mostarda di mele e salsa al miele



Giornata super fredda e ventosa!!!!! Cosa si può fare se non consolarsi con la cucina????
Questa mattina assieme alla mia nonna abbiamo deciso di fare un piatto tipico autunnale.
Tempo di castagne e contest sulle castagne mi hanno convinto a realizzare dei buonissimi tortelli con la farina di castagne e con un ripieno favoloso.
Il ripieno ha un gusto molto delicato e stuzzicante composto da ricotta di pecora e dell'ottima mostarda di mele a fette della Lazzaris. Il sugo con cui sono stati accompagnati è altrettanto particolare perchè è composto dal sugo di arrosto di vitello e da miele di castagno della Rigoni d'Asiago . Particolare vero??? Mia madre era scettica del risultato perchè sapori così diversi messi assieme secondo lei non potevano legare...invece... sorpresa delle sorprese al primo assaggio siamo rimasti tutti estasiati dal loro sapore!!! Super soddisfatti ci siamo gustati il nostro pasto!!!! Provateli e non siate titubanti dell'abbinamento di sapori!!! Buona settimana!!!!

INGREDIENTI PER 4 PERSONE:

350 g di farina 00 molino rosseto
150 g di farina di castagne
4 uova
olio di oliva
sale
PER IL RIPIENO:

250 g di ricotta di pecora
100 g di mostarda di mele a fette Lazzaris
50 g di Grana Padano grattugiato
sale
pepe
PER LA SALSA:

2 dl di fondo di vitello
50 g di miele di castagno rigoni d'asiago

PREPARAZIONE
Preparate la pasta: setacciate insieme le due farine e formate la fontana sulla spianatoia; al centro mettete le uova, un pizzico di sale e un filo di olio. Impastate bene il tutto fino a ottenere un impasto sodo e omogeneo, che farete riposare coperto da un canovaccio in un luogo fresco.
Preparate il ripieno: mettete la ricotta in una ciotola e unitevi la mostarda tritata finemente e il grana; salate, pepate e mescolate per amalgamare alla perfezione il composto. Stendete la pasta molto sottile sulla spianatoia e con un tagliapasta formate dei cerchi di 8 cm di diametro. Mettete al centro di ogni disco una noce di ripieno servendovi della tasca da pasticciere, quindi ripiegatelo in due formando una mezzaluna e schiacciate bene lungo tutta la giuntura della pasta. Procedete così fino a esaurimento del ripieno. Preparate la salsa: versate il miele in un tegamino e mettetelo sul fuoco fino a raggiungere una semi-caramellatura, quindi aggiungete il fondo di vitello e lasciate bollire per 5 minuti.
Cuocete i tortelli in abbondante acqua bollente salata per circa 2 minuti, scolateli e posizionateli a raggiera sui piatti individuali; spolverizzate con un pizzico di grana, irrorate con la salsa al miele e servite.


Con questa ricetta partecipo al bellissimo contest di Paola brunetti




Con questa ricetta partecipo alla raccolta di Farina lievito e fantasia

giovedì 14 ottobre 2010

Rotolo di patate e verdure miste



Buon giovedì a tutti!!!!!!! A Trieste c'è una bora da paura e stamattina ho rischiato di volare via!!!! Scherzo!!!!!
Ieri pomeriggio ero a casa sola soletta ed ho pensato di provare a realizzare un buonissimo contorno fatto da Anna Moroni qualche giorno fa alla Prova del cuoco.
Si tratta del rotolo di patate e verdure, è venuto molto gustoso e privo di grassi. Esso viene accompagnato con una salsa "simil-pesto" moolto buona che si sposa benissimo con il rotolo.
L'ho servito su un bellissimo piatto da portata dell'Artic design, ditta che tratta accessori per la cucina in stile scandinavo.
Il piatto Oma si abbina benissimo in qualsiasi ambiente in quanto è molto semplice e delicato.Semplice e delicato ma elegante per ospiti e festa. Il design di Oma è molto versatile.
I piatti in ceramica Oma sono adatti a freezer, forno a microonde, forno e lavastoviglie. Il creatore di Oma è il designer finlandese, Harri Koskinen.
Spero vi piaccia !!! Buona cucina a tutte!!!!


Ingredienti

700g di patate lesse,
250g di prosciutto crudo tagliato sottile,
50g di carote lesse,
150g di funghi champignon,
80g di zucchine,
1 cuore di finocchio,
60g di grana grattugiato,
burro q.b.,
3 tuorli,
1 fetta di pancarre',
noce moscata q.b.,
olio extra vergine di oliva,
basilico, timo,
sale e pepe q.b.

Procedimento

Ridurre il finocchio sottilissimo, i funghi e il verde di zucchina tolto con il pelapatate.
Saltare il tutto a fuoco vivo in 2 cucchiaiate d'olio, basilico e timo spegnendo quando l'acqua
di cottura si sarà asciugata. Salare e tenere da parte. Unire alle verdure cotte, 1 cucchiaio
di grana e 1 fetta di pancarré tritata. Cuocere le patate e le carote separate,
passare allo schiacciapatate ancora calde le patate e tagliare le carote a
fette. Unire al composto di patate tre rossi d'uovo, due cucchiai di grana salare e pepare,
noce moscata e una noce di burro. Sistemare le fettine di prosciutto su un foglio di carta da forno,
disponendole leggermente accavallate in modo da formare un rettangolo. Coprirlo
con le patate lesse che avrete raccolto in una tasca per farcire e fatto poi
uscire da una bocchetta liscia. Sulle patate mettete le carote affettate cospargendole con il formaggio rimasto. Infine disponete tutta la dadolata di verdure ad una estremità del
rettangolo ed iniziate ad arrotolare, partendo da quel lato. Aiutandovi anche con
la carta,date al rotolo forma regolare; mettetelo in uno stampo imburrato a sezione rotonda. Cuocete a bagnomaria in forno a 190° per 25' circa coperto con
un foglio di alluminio.
Servite il rotolo tiepido.

P.S.
Grattugiare il finocchio e zucchina,tagliare a fettine i funghi,in padella con olio,
e timo far appassire le verdure,salare, tempo di cottura 5 minuti.
Carta forno bagnata e imburrata leggermente,le fettine di prosciutto,le patate schiacciate
e condite(tuorli,grana,noce moscata,sale),livelarle bene a coprire il prosciutto,
la dadolata di verdure,infine le carote tagliate con la mandorlina nel senso della lunghezza.
Chiudere il rotolo dalla parte larga aiutandovi con la carta forno,pressare con le mani
affinchè il rotolo sia compato,chiudere le estremità e metterlo su una pirofila ovale imburrata.
Cottura come sopra indicato.Intanto preparare il pesto di basilico e olio,
mettere le foglioline di basilico nel mixer aggiungere olio e frullare,sarà l'accompagnamento del rotolo.Impiattare,tagliare a fette il rotolo con il pesto.

martedì 12 ottobre 2010

Arrosto alle mandorle




Finalmente oggi è tornato il sole !!!! Da qualche giorno dalle mie parti c'è tempo uggioso e freddo che fa venire cattivo umore.
Ieri mi sono messa ai fornelli con la mia mamy e abbiamo preparato un buonissimo arrosto alle mandorle.
Questa ricetta è un legame affettivo molto importante per la mia mamma. L'autrice di questa ricetta è la sua zia preferita, a cui lei voleva molto molto bene e che purtroppo non c'è più.
Questo arrosto è semplice da fare ed anche abbastanza veloce. Noi abbiamo usato una pentola molto bella della Emile Henry che grazie al processo Flame® ha il vantaggio di poter essere utilizzata su tutti i tipi di fornelli (a gas, elettrici, allogeni) e di forni (tradizionali e a microonde).
Con questa ricetta partecipo alla bellissima raccolta di "la ginestra e il mare" dedicata alle mandorle.



Ingredienti per 6 persone:

1kg di polpa di vitello
2 cipolle
1 spicchio d'aglio
timo
lauro
sale, pepe
1 bicchiere di vino bianco
150gr mandorle spellate Noberasco
1 tuorlo d'uovo
2 cucchiai di panna
burro

Fate dorare l'arrosto in una casseruola con una noce di burro, cipolla, aglio, timo lauro, sale e pepe. Irrorate abbondantemente con vino bainco, coprite e lasciate cuocere. Frullate le mandorle tanto da formare una crema.
Quando l'arrosto e cotto passate il fondo di cottura e mettetelo in una piccola casseruola con le mandorle. Lasciate asciugare leggermente, poi buttate il tuorlo d'uovo e i cucchiai di panna, rimettete sul fuoco, ma non lasciate bollire.
Servite l'arrosto a fette su un letto di crema alle mandorle.

Con questa ricetta partecipo al contest di "La ginestra e il mare"


domenica 10 ottobre 2010

Marmellata di giuggiole




Che dite, nel giardino della nonna poteva mancare un giuggiolo?? Ma certo che no!!!
In questo periodo guardarlo è davvero estasiante, ricco di queste olivelle marroni che contrastano con il verde acceso delle sue foglie fanno si' che tutti quando gli passano accanto si fermano ad ammirarlo.
E a me, secondo voi, guardando questi meravigliosi frutti dolci cosa poteva venirmi in mente?? Ma di partecipare immediatamente al contest di Milla con una dolcissima Marmellata.

Le giuggiole sono frutti ormai dimenticati. La pianta su cui crescono si chiama giuggiolo, può arrivare anche a 12 metri di altezza ed è rinoscibile per i suoi rami irregolari e spinosi.
A vederle sembrano delle olive, dal colore rossastro, quando maturano hanno una polpa porosa e compatta, simile a quella della mela, e sono estremamente dolci, tanto che Erodoto le paragonò ai datteri, e citava già allora il famoso vino che si produce da esse, arrivato fino a noi e conosciuto come brodo di giuggiole. Questo succo è infatti talmente dolce da aver dato orgine al modo di dire che tutti conosciamo sciogliersi in brodo di giuggiole, ovvero essere in una situazione di piacere e gioia, una specie di pace dei sensi!
E’ un peccato aver perso la conoscenza e l’utilizzo delle giuggiole, visto che nascondono molteplici utilizzi. In cucina, oltre al brodo, possono essere consumate fresche, e sono davvero buonissimi se mangiate al punto giusto di maturazione, sode e dolcissime, e poi danno vita a una buonissima marmellata. Contengono un’altissima dose di Vitamina C e sono anche molto famose per il loro utilizzo, in forma di infusi, decotti o sciroppi, per curare tosse, raffreddore e altre patologie dell’apparato respiratorio.

Ingredienti:
1kg di giuggiole
zucchero
scorza di limone
succo di 1 limone

Lavare bene le giuggiole, farle sgocciolare, tagliarle a metà, togliere il nocciolo e sistemarle in una penotola insieme a qualche scorza di limone, un bicchiere d’acqua e il succo di un limone. Mantenere la proporzione di un bicchiere d’acqua e succo di un limone per ogni chilo di frutta.
Mettete la pentola sul fuoco e fate cuocere completamente le giuggiole a fiamma moderata. Quando saranno morbide passatele al setaccio e poi pesate il composto. Il peso vi servirà per stabilire la quantità di zucchero da utilizzare: 500-800 gr. per ogni chilo di passato di giuggiole.
A questo punto risistemate il passato di frutta nella pentola e aggiungete la giusta quantità di zucchero, fate cuocere come spesso si fa per le marmellate, tenendo la fiamma al minimo e mescolando piuttosto spesso con un cucchiaio di legno.
Al primo bollore fate schiumare la marmellata, poi riprendete a girare e a questo punto controllate di continuo la cottura. Potete fare la classica prova del piattino, mettendo qualche goccia di marmellata su un piatto piano, lasciando raffreddare qualche secondo e poi facendola scivolare, se scorre pianissimo o non si muove affatto la vostra marmellata è pronta (anche a seconda della consistenza che desiderate).
Spegnete la fiamma e invasate la marmellata a caldo in vasi ben lavati e asciugati. Mettere i vasi in una pentola piena d' acqua e sterilizzare la marmellata facendola bollire per 20 minuti. Lasciare i vasi in acqua fino al suo completo raffreddamento.

Con questa ricetta partecipo al bellissimo contest di Milla "non solo brodo di "



mercoledì 6 ottobre 2010

Panna cotta alla vaniglia con coulis di mirtilli



Ben ritrovate oggi sono felicissimaaaaa!!!!!!!!
Sono appena ritornata da Palermo dove ho trascorso tre giorni fantastici!!!!! Il tempo era bellissimo ed ho avuto l'onore di vedere il Papa. Non capita tutti i giorni......
Vi presento qui di seguito una pannacotta, accompagnata dalla buonissima marmellata di mirtilli della Rigoni d'asiago , che ho fatto prima di partire e che è stata moolto apprezzata a casa mia .Questa pannacotta è stata realizzata con lo stampo multiporzione a forma di dalia della Pavoni che da un'effetto molto particolare rispetto alla solita forma cilindrica della pannacotta. Spero vi piaccia e buona settimana a tutte!!!!

Ingredienti per 12 dalie:

580ml di panna
580ml di latte intero
100g di zucchero a velo
2 baccelli di vaniglia
20g di gelatina in fogli

Marmellata ai mirtilli neri rigoni d'asiago
Preparazione:
In una ciotola d'acqua fredda lasciate ammorbidire la gelatina.
Versate il latte e la panna in una casseruola, aggiungete lo zucchero a velo e i baccelli di vaniglia divise a metà senza togliere i semi.
Portare a bollore, ritirare dal fuoco e, mescolando, scioglietevi la gelatina ben strizzata.
Filtrate il composto, raccoglietelo in stampini individuali e mettetelo in frigorifero per 5 ore o più.
Sformare le pannecotte e accompagnare con la marmellata e qualche lampone per decorare.

venerdì 1 ottobre 2010

Torta sette veli




Che dire un attimo di pura follia mi ha fatto venire voglia di provare a realizzare questa torta di origine siciliana.
L'inventore della torta setteveli è Cappello un noto pasticcere di Palermo. La sua preparazione è molto lunga ( infatti per realizzarla ho sudato 7 camice ed ho impiegato 4 giorni della mia vita) ma vi assicuro ne vale la pena!!
La setteveli è composta da 7 strati diversi con bavaresi, dischi di cioccolato croccante e pan di spagna.
Io ho avuto la fortuna di poter assaggiare l'originale a Palermo ma devo dire che questa si avvicina molto al sapore sublime dell'originale. Non me la sento di dirvi provate a realizzarla perchè c'è molto lavoro ma viene tutto ripagato dal sapore e dalla bontà di questa torta moolto speciale!!!! Buon week end a tutte!!!
Ingredienti:

Per il pan di spagna al cioccolato:
5 uova
150g di zucchero
45g di farina 00
45g di fecola di patate
30g di cacao
pz di sale

Scaldare le uova con lo zucchero sul fuoco mescolando con una frusta fino a raggiungere la temperatura di 40 -45 gradi.
Trasferire il composto nell'impastarice e montarlo con la frusta fino a quando diventa spumoso ( circa 15 minuti).
Aggiungere le polveri, precedentemente setacciate, incorporandole con dei movimenti dal basso verso lalto per non smontare il composto.
Imburrare ed infarinare uno stampo da 24 cm di diametro e porre il composto in forno a 180 gradi per 15-18 minuti.
Successivamente dopo essersi raffreddato dovete dividerlo in 3 dischi uguali.

Disco di cioccolato:
Ingredienti:

120g di cioccolato fondente
60g di fiocchi di mais
50g di mandorle pralinate
un pò di burro

Scaldate i cereali con del burro, quindi tritateli grossolanamente insieme alle mandorle pralinate. Unite il cioccolato fondente fuso e aiutandovi con una spatola appiattite il disco sulla carta da forno ( dove precedentemente avrete disegnato la circonferenza da 24 cm); in breve il cioccolato si solidificherà.
Sistemarlo quindi nel congelatore.

Base per bavarese
Ingredienti:
250g di latte
100g di zucchero
35g di amido di mais
2 tuorli
essenza di vaniglia

Porre il latte a bollire con l'essenza di vaniglia. Sbattere i tuorli con lo zucchero e successivamente aggiungere l'amido di mais.
A filo aggiungere il latte al composto di tuorli e zucchero.
Trasferire il composto in una pentola e far addensare la crema a fuoco basso.
Mettere la crema in frigo a raffreddare.

Pasta di nocciole:
75g di nocciole spellate e tostate

Mettere le nocciole nel mixer e tritarle . il risultato deve essere un composto denso e cremoso privo di bricioline.

Bavarese al cioccolato

Ingredienti:
125g di base bavarese
120g di cioccolato fondente
250g di panna montata

Fate sciogliere a bagno maria il cioccolato ed aggiungerlo alla base bavarese.
Quando il composto si sarà rafreddato, incorporare la panna montata.

Bavarese alla nocciola

Ingredienti:
150g di base bavarese
75g di pasta di nocciole
250g di panna montata

Aggiungere alla bavarese di base la pasta di nocciole; se la bavarese è troppo solida, potete frullarla con un mixer.
Incorporare la panna montata .

Bavarese semplice

Ingredienti:

il rimanente della base bavarese
130g di panna montata

aggiungere alla bavarese la panna montata.

Composizione del dolce:
La torta è composta da sette strati e per comodità viene montata al contrario e poi messa in freezer fino al momento in cui si decide di glassarla .
Consiglio di utilizzare un piatto ricoperto da carta forno per evitare che la torta si attacchi al piatto, dei fogli di acetato da fissare alle pareti del cerchio ed un cerchio di alluminio di diametro regolabile.

La sequenza degli strati partendo dal basso:

Disco di cioccolato
Disco di pan di spagna al cioccolato
Sottile strato di bavarese semplice
Disco di pan di spagna al cioccolato
Bavarese alla nocciola
Disco di pan di spagna al cioccolato
Bavarese al cioccolato

Voi però dovrete montarla al contrario e quindi il primo strato che verrà fatto sarà la bavarese al cioccolato ( consiglio di usare una sacca pochè)che poi andrà in alto
Poi disco di pan di spagna al cioccolato
Bavarese alla nocciola
Disco di pan di spagna
bavarese semplice
Disco di pan di spagna
e per ultimo disco di cioccolato
Livellare bene tutti gli strati e mettere il dolce in congelatore.

L'ultimo passaggio prima di poterla assaporare è la parte più difficile LA GLASSATURA!!

Glassa Fagiotto:

175g di acqua
150g di panna
225g zucchero
75g cacao amaro
8g di colla di pesce

Mescolate bene le polveri con i liquidi e portate ad una temperatura di 103/104 gradi.
Fate raffreddare fino alla temperatura di 50 gradi ed unite la colla di pesce precedentemente ammollata in acqua fredda e strizzata.

Nel frattempo preparate una ciotola ed una griglia per far colare la glassa in eccesso dalla torta.
Quando la temperatura della glassa sarà arrivata a 35 gradi, togliete la torta dal congelatore e posizionatela sopra la griglia.
La glassa deve essere versata al centro della torta e fate in modo che coli bene lungo i lati.
Finita questa operazione la torta è finita ma ha bisogno di un riposo di 6-12 ore in frigorifero.
Finalmente trascorse queste ore la torta potrà essere assaporata in tutta la sua bontà.

Con questa torta partecipo alla raccolta di Dolcementeneve


Related Posts with Thumbnails